Giornico

Un gioiello della Valle Leventina

Meraviglioso borgo leventinese, la quale posizione strategica, ai piedi delle gole della Biaschina, ne ha da sempre fatto luogo di sosta e di approvvigionamento per le persone che volevano attraversare le Alpi utilizzando il passo del San Gottardo.

Fu il terreno della famosa battaglia denominata dei "Sassi Grossi", che si è svolta il 28 dicembre 1478 e che si concluse con la vittoria delle truppe della Confederazione elvetica sull'esercito sforzesco, a seguito della quale l'intera Val Leventina passò dal dominio milanese a quello svizzero.

Numerosi sono i monumenti pregiati da visitare. In particolare si segnala la chiesa di San Nicolao, chiesa benedettina del XII secolo (1168), la più antica delle chiese romaniche della Leventina. La chiesa conserva all'interno un prezioso ciclo di affreschi di Nicolao da Seregno.

Altro luogo caratteristico di questo stupendo paese è Casa Stanga, sede del Museo di Leventina. Sulle sue facciate si possono ammirare affreschi del Caresano e del Tarilli della fine del 1500 rappresentanti gli stemmi degli illustri ospiti della allora “Locanda Stanga”.

All’interno sono esposti oggetti di tipo agricolo tipici della regione montana, legati soprattutto all’allevamento e alla produzione di latticini. Oltre a questi si possono ammirare anche oggetti e arredi religiosi e costumi tradizionali della valle, oltre a vari oggetti di uso quotidiano che raccontano la vita quotidiana dell’epoca.
Per maggiori informazioni: museodileventina.ch
Entrata libera al Museo di Leventina con il Passaporto Musei Svizzeri

Cercate il vostro collegamento

Con la Carta Giornaliera Arcobaleno potete viaggiare liberamente all’interno delle zone acquistate.

Acquistate il vostro biglietto sul Ticket Shop FFS