AlpTransit

Il progetto del secolo

AlpTransit rientra nel più ampio progetto della Nuova Ferrovia Transalpina (NFTA). La NFTA sarà la rete ferroviaria di pianura che rivoluzionerà il trasporto pubblico in Svizzera.  Oltre a ridurre le pendenze sulle tratte, verrà creato anche il corridoio 4 metri, che permette di trasportare merci in container con un’altezza agli angoli di 4 metri, rendendo questo tipo di trasporto più conveniente. In Ticino il progetto AlpTransit è composto dalle seguenti imponenti opere.

Galleria di base del San Gottardo

La Galleria di base del San Gottardo, costruita tra Erstfeld e Bodio, è costituita da due canne a binario unico lunghe 57 km. Questo la rende la galleria ferroviaria più lunga al mondo. Se si contano anche tutti i cunicoli di collegamento e di accesso, nonché i pozzi, la lunghezza complessiva del sistema sotterraneo è di oltre 152 km. La roccia che la sovrasta raggiunge profondità massime di 2300 metri, il che la rende anche la galleria ferroviaria più profonda sinora costruita.

Tutto inizia nel 1992, quando il popolo svizzero approva la costruzione della trasversale ferroviaria alpina, che pone la base per il progetto NFTA. Nel 1999 cominciano i lavori per la costruzione della Galleria di Base del San Gottardo, con i primi brillamenti. Nel 2013 cominciano le prime corse di prova nella galleria più lunga del mondo. Il 1. giugno 2016  l’opera viene inaugurata, mentre entrerà in servizio ufficialmente l’11 dicembre 2016.

Con l’entrata in servizio della Galleria di base del San Gottardo la tratta di montagna del San Gottardo viene integrata nella rete del traffico regionale TILO, che offre collegamenti cadenzati ogni ora fino ad Erstfeld. In questo modo nessuna regione rimane esclusa dalla rete dei trasporti pubblici. Bellinzona e Lugano guadagnano in importanza, diventando i nodi di interscambio tra il traffico regionale TILO e il traffico a lunga percorrenza.

Galleria di base del Monte Ceneri

I 15,4 km della Galleria di base del Ceneri rappresentano, dopo l’apertura della Galleria di base del San Gottardo, il secondo maggiore progetto di galleria della Svizzera. Anche questa galleria è composta da due canne a binario unico collegate ogni 325 metri da cunicoli trasversali. Oltre alla gallerie vengono costruiti a Camorino anche due viadotti, lunghi rispettivamente 1000 e 440 metri.

I lavori per lo scavo della Galleria di base del Monte Ceneri iniziano ufficialmente con la posa della prima pietra il 2 giugno 2006. Nel 2015 cade il primo diaframma della canna ovest della galleria, con 13 mesi di anticipo sul programma dei lavori. Poche settimane dopo cadono gli ultimi metri anche nell’altra canna. L’inaugurazione della galleria è prevista nel 2020.

La realizzazione di quest’opera rappresenterà una rivoluzione per il traffico regionale in Ticino. Grazie a questa galleria sarà possibile dimezzare i tempi di percorrenza attuali tra Bellinzona e Lugano. Inoltre verranno introdotti nuovi servizi  come per esempio i collegamenti RE80 che partendo da Locarno e passando nella nuova galleria, porteranno fino a Milano Centrale con un servizio cadenzato. Inoltre TILO non abbandonerà la “vecchia” linea del Monte Ceneri, ma continuerà a servire le fermate di Lamone-Cadempino, Taverne-Torricella, Mezzovico e Rivera-Bironico.

Bretella Locarno-Lugano

La Bretella Locarno-Lugano in località Camorino, è un opera di tracciato ferroviario su rilevato che collegherà la linea Locarno-Bellinzona direttamente a Lugano attraverso la Galleria di base del Monte Ceneri.

Quest’opera è stata inserita nel progetto AlpTransit grazie al Canton Ticino, che ne finanzia completamente la realizzazione. Agli inizi degli anni '90, il Consiglio di Stato ha affrontato la problematica della realizzazione di un sistema ferroviario regionale e transfrontaliero. La realizzazione della bretella di Camorino per il collegamento diretto tra Locarno e Lugano attraverso la galleria di base del Monte Ceneri é uno dei pilatri di questo sistema.

Quest’opera, pur nella sua semplicità, permetterà di dimezzare i tempi di percorrenza da Locarno a Lugano. Con la messa in servizio della Galleria di base del Monte Ceneri TILO introdurrà il servizio RE80 che permetterà di viaggiare da Locarno a Lugano senza cambi.